Aplotipi Frisona della fertilità

 

Uno degli obiettivi che Intermizoo si pone di raggiungere nell’ambito del suo programma di selezione è quello di migliorare la salute dei bovini, anche attraverso l’utilizzo degli strumenti che la genetica ci offre.  Le scoperte scientifiche dell’ultimo decennio, infatti, hanno permesso di fornire una risposta ad alcune problematiche che, fino ad allora, non trovavano una spiegazione.

In questo contesto si inseriscono gli APLOTIPI, ovvero delle mutazioni deleterie all’interno del genoma bovino che hanno un effetto negativo su alcuni caratteri degli animali. Nel caso della Frisona, queste mutazioni, anche chiamate Holstein Haplotypes (HH), hanno un forte impatto negativo sulla fertilità della vacca. Per questo motivo, è necessario sviluppare dei piani di accoppiamento mirati al fine di contenere la diffusione di tali problematiche all’interno della popolazione Frisona.

 

Cos’è un aplotipo?


Con il termine aplotipo, in genetica, si definisce una particolare combinazione delle varianti alleliche lungo il cromosoma (SNPs), che generalmente vengono ereditate insieme.  Le informazioni che si possono trarre da queste particolari combinazioni sono state studiate in molte specie animali, perché sono alla base di molte malattie comuni.

Nel bovino, ed in particolare nella Frisona, questi segmenti di DNA comportano una mutazione deleteria su un gene, con un impatto importante sulla fertilità dei portatori. Fortunatamente, gli aplotipi hanno ereditabilità mendeliana e sono di natura recessiva: dunque, accoppiando due animali portatori dello stesso difetto (50% padre e 50% madre), si otterrà una probabilità del 25% di avere una situazione non compatibile con la vita, che si conclude con la morte dell’embrione.

Gli aplotipi nella Frisona sono stati scoperti per la prima volta nel 2011 da VanRaden, noto genetista. A fare da sentinella, fu un minor livello di fertilità registrato per alcune figlie di determinati riproduttori. Solo successivamente, per mezzo di alcune scoperte in campo genetico e bioinformatico, i ricercatori hanno rivelato la presenza di specifiche sequenze che risultano letali per l’embrione. Gli aplotipi finora conosciuti sono sette, ma si pensa che ce ne altri siano ancora da scoprire.

 

Quali sono gli aplotipi?

Nella Frisona, i 7 aplotipi finora scoperti, in generale causano aborto entro i primi mesi di gravidanza. È importante sottolineare che l’effetto tra diversi aplotipi non si somma: la probabilità di problemi legati alla fertilità si ha solo se vengono accoppiati due animali portatori dello stesso aplotipo.

Che impatto hanno gli aplotipi sull’azienda zootecnica?

L’infertilità nell’azienda zootecnica è un aspetto importante che impatta fortemente sul bilancio economico, in quanto aumenta l’intervallo parto-concepimento e diminuisce il tasso di concepimento della bovina.

 

E quindi, cosa si può fare per evitare tutto ciò?

In Italia, a partire dal 2014, gli aplotipi vengono rilevati, sia sulle vacche che sui tori, attraverso i test genomici disponibili in commercio. Le informazioni così ottenute vengono inserite nei piani di accoppiamento al fine di evitare la diffusione di problematiche di fertilità nella bovina.

In diversi Paesi esteri, la pubblicazione di questi dati avviene già da alcuni anni. Con la CTC 2020 di ANAFIJ questo avverrà anche per l’Italia.

Ciò nonostante, già da diversi anni, Intermizoo evita di mettere in selezione tori che siano portatori e, dove necessario, sviluppa piani di accoppiamento ad hoc, per evitare un impatto negativo sulla popolazione. Inoltre, a partire dall’uscita dati di Dicembre 2020, Intermizoo ritiene corretto rendere consultabili liberamente queste importati informazioni, pubblicandole sulle schede di ciascun toro.

 


I tori Intermizoo non portatori verranno contraddistinti dal bollino “HH Free”. E’ importante sottolineare che i tori portatori non sono da scartare a priori ma da utilizzare sapientemente all’interno di piani di accoppiamento studiati su misura per la propria mandria.

Tags: Aplotipi, Fertilità, Frisona, Morte Embrionale, Aborto, Gene Recessivo, Genetica, Seme di Toro.

Facebook icon
Google icon

Intermizoo S.p.A. | Sede Sociale: Via Po 21 - 35135 - Padova |Tel.: 049 8724757 Fax: 049 8724868
Email: info@intermizoo.it Posta Certificata: info@pec.intermizoo.it | Cod.Fisc. e Registro Imprese di Padova 00338110273 - N.133655 R.E.A di PD | P.I. 00867200289